Confezionamento

Confezionamento - StatalenoveTerminata la maturazione, la birra artigianale viene prelevata da uno scarico che supera il livello del lievito depositatosi sul fondo del serbatoio (tronco-conico) e viene convogliata ai fusti di stoccaggio o alle bottiglie.

L’infustamento e l’imbottigliamento avvengono in maniera isobarica: la birra cioè non si troverà mai a contatto con l’aria, che potrebbe guastarla avviando un processo di ossidazione.

I fusti vengono lavati con un ciclo alcalino e due cicli acidi per poi essere messi in pressione.
In questo modo potranno contenere la birra senza pericoli di infezione.

L’imbottigliamento è decisamente più complesso. Il ciclo di riempimento inizia con un risciacquo delle bottiglie; questa operazione non serve per pulire le bottiglie (arrivano sterili dalla vetreria), ma serve a preparare la superficie interna ad entrare in contatto con la birra.

Una volta che le bottiglie si posizionano nella giostra di riempimento, avvengono 3 fasi:

  • Pre-evacuazione dell’aria contenuta nella bottiglia iniettando anidride carbonica e contemporaneamente aspirando con una pompa a vuoto per 2 cilci (doppia pre-evacuazione)
  • Riempimento a velo: la birra viene convogliata contro le pareti della bottiglia tramite un labbro che genera appunto un velo di birra e limita la schiuma;
  • Sfiato della pressione: raggiunto il livello di riempimento ottimale la birra smette di scendere nella bottiglia e inizia lo sfiato per livellare la pressione interna con quella esterna.

Confezionamento - StatalenoveLo sfiato fa sì che si alzi della schiuma fino al raso tappo proprio 1 secondo prima che la torre tappatrice sigilli la bottiglia: in questo modo la birra non entra mai a contatto con l’aria.

I fusti e le bottiglie saranno conservati in un locale idoneo con una temperatura compresa tra i 0° e i 2° C.

Orari di apertura

Martedì e Mercoledì
9:30-13:00 / 15:30-19:30

Dal Giovedì al Sabato
9:30-13:00 / 15:30-23:00

Lunedì e Domenica
CHIUSO

Newsletter

Accettazione privacy